Scrivanie in vetro per ufficio

In passato all’idea di scrivania veniva associata di solito l’immagine di un mobile dallo stile tradizionale, per lo più fatto in legno, con la precisa intenzione di comunicare raffinatezza, serietà e prestigio. Oggi il design dei luoghi di lavoro è divento meno austero, più funzionale, senza però sacrificare bellezza ed eleganza, questa è l’età del vetro.

Scrivanie in vetro per ufficio

Scegliere come mobili per ufficio scrivanie in vetro o in cristallo vuol dire dare un’immediata impronta al concept dei luoghi di lavoro. Le superfici trasparenti si lasciano attraversare dalla luce ed allo stesso tempo la riflettono, catturando immediatamente lo sguardo di chi entra in una stanza. Il vetro è uno di quei materiali senza tempo, in grado di trasmettere raffinatezza con note di modernità.

Se l’intenzione è non cadere nel conformismo e nella banalità, il cristallo è proprio l’opzione più indicata per non sbagliare un colpo. Nello stesso momento si può combinare leggerezza e solidità, semplicità e ricercatezza. Nessun altro materiale è in grado di offrire la stessa percezione di pulizia, ordine e linearità.

Nel caso in cui si disponga di ambienti  ridotti adottare la soluzione di piccole scrivanie in vetro può essere l’idea giusta per guadagnare spazio. Le forme sottili delle intelaiature e i piani traslucidi danno un effetto più arioso e agile, mantenendo praticità e bellezza.

Il ruolo di Contact è dare un’interpretazione contemporanea all’ambiente di lavoro solitamente tradizionale. Via libera quindi a forme e dimensioni, per tantissime combinazioni con materiali quali il legno, per un tocco più classico, e il metallo per un gusto più attuale.

Scrivanie in vetro temperato

L’incertezza e lo scetticismo nello scegliere il vetro come materiale d’elezione per il proprio ufficio dipende dal credere che possa essere troppo fragile, non adatto a sostenere il peso di oggetti come computer, scanner o stampanti. Il vantaggio del cristallo è anche di poterne modulare lo spessore, puntando ad esempio sul vetro temperato (come previsto dalla norma di sicurezza UNI 9177), estremamente solido e ugualmente elegante. Con particolari trattamenti è inoltre possibile rendere le superfici resistenti a graffi ed abrasioni, segni che spesso testimoniano l’età nei mobili fatti in legno.

Scrivanie, cristallo o vetro?

Dal punto di vista fisico-chimico la differenza sostanziale è la presenza di ossido di piombo nel cristallo, che ne conferisce maggiore viscosità allo stato liquido, mentre allo stato solido una diversa reazione alla luce. È differente anche il modo con cui le molecole si aggregano, più stretto e reticolare nel cristallo rispetto al vetro. Quando si parla di scrivanie però si possono trovare soluzioni ugualmente soddisfacenti con entrambi i materiali. Molte superfici in vetro vengono arricchite con percentuali variabili di piombo, tanto che di frequente possono assumere l’indicazione vetro-cristallo. Si può giocare anche con gli spessori, per scegliere ripiani in vetro che sotto il profilo della resistenza non hanno nulla da invidiare all’omologo più “nobile”.

Scrivanie con cavalletti

Un discorso a parte va fatto per questa soluzione d’arredo per ufficio molto apprezzata e dal fascino giovanile. Ad un primo sguardo richiama i tavoli da lavoro degli artisti, ed in particolare può essere un’ottima idea per arricchire lo studio di un architetto o di un ingegnere. Ma è avvicinandosi che si può apprezzare la differenza poiché per i supporti di sostegno può essere scelto il legno massello, o altre nuance con venature e sfumature particolarmente suggestive.

Un assaggio di bellezza tra i migliori brand

Contact mette in campo tutto il valore della sua esperienza sia in qualità di produttore che di rivenditore. Ecco nel dettaglio alcune proposte tra i principali brand di riferimento:

La scrivania in vetro Iulio HG della Las è puro minimalismo e funzionalità, con spigolosità sdrammatizzate e una piacevole esperienza al tocco. Il piano in cristallo e le ante in vetro sono sorrette da un telaio in alluminio cromato. La dotazione comprende vano di salita cavi, cassettiere con self closing e finiture d’eccellenza. Lo stesso brand produce anche la scrivania E.O.S., modello più lussuoso, dalle geometrie essenziali e di grande raffinatezza. Questa scrivania ha diverse varianti, addirittura con vetro colorato: verde o rosso. Il ripiano è in cristallo retro laccato, la struttura portante è in legno con bordi in alluminio spazzolato (effetto titanio). I piani a incastro con angoli in sovrapposizione offrono diverse prospettive ed emozioni. Sono comprese cassettiere, mobili di servizio e moduli ad ante.

Frezza mette in campo Tiper, una scrivania che cattura per il suo particolare gioco di opacità e trasparenze. Le linee nette e i materiali di pregio si lasciano accarezzare con lo sguardo, lanciando un chiaro messaggio di fascino ed efficienza. I ripiani in vetro reggono su una struttura di alluminio pressofuso, per donare al layout dell’ufficio una dimensione attuale che non passa mai di moda.

Con la collezione DV911-Noto DVO (Della Valentina Office) realizza un componente d’arredo che può adattarsi sia come scrivania da ufficio che come tavolo da riunione. Il ripiano, sia in gres che in vetro, è disponibile sia in forma rotonda che rettangolare. La struttura portante è quella dei classici cavalletti da lavoro, con il valore aggiunto del legno massello come materiale distintivo che armonizza e dona un tocco di calore alle superfici trasparenti.

Tra le proposte executive di Bralco c’è Loopy, collezione di scrivanie che fa dei dettali il suo punto di forza. L’abbinamento di acciaio, legno e vetro è così armonico da dare l’idea che questi materiali, pur così diversi tra loro, siano fatti per stare insieme. Semplicità, raffinatezza e confort, per un job habitat ideale. Più rigore ed austerità ma stessa comodità e funzionalità per il sistema direzionale Jet Evo. La dotazione di mobili di servizio, cassettiere, e isole di conversazione la rende una postazione multifunzionale ma allo stesso tempo compatta. Le sfumature del vetro temperato vanno dal nero al titanio, per un risultato davvero sorprendente.