Il tavolo giusto per la sala riunioni

Elemento fondamentale della sala riunioni di un’azienda, grande o piccola che sia, è il tavolo attorno  al quale la dirigenza o il personale incaricato si ritrova per discutere e prendere decisioni importanti per l’azienda. La forma e la funzionalità che un tavolo deve avere in questi ambienti può essere relativa al contesto aziendale in cui si colloca, ma risponde anche ad alcuni criteri comuni. Contact propone una gamma di tavoli per riunioni che si contraddistingue per stile deciso e materiali duraturi nel tempo.

Come scegliere un tavolo per riunioni

I tavoli da riunione sono minimo da 4 posti, ma la grandezza deve essere valutata in base alla dimensione della stanza e dell’azienda. Il tavolo, inoltre, non è destinato a ospitare solo i membri della compagni, perché di solito le sale riunioni sono utilizzate anche per accogliere i clienti. Questo apparentemente semplice complemento d’arredo, quindi, può incidere sulla prima impressione che il cliente ha della società. Motivo in più per scegliere con cura un buon tavolo, non solo per grandezza e forma di un buon tavolo, ma anche per lo stile.

Se la stanza non è molto grande è necessario garantire libertà di movimento e, al contempo, abbastanza spazio per eventuali ospiti. Un ampio tavolo da 4, con posti ben distanziati fra loro, può essere l’ideale anche nel caso in cui ad usare il tavolo siano poche persone.

Il tavolo da 8 posti, in aziende di piccola e media grandezza, rappresenta spesso la via di mezzo preferita. Non troppo grande né troppo piccolo, è capace di accogliere qualcuno in più senza risultare dispersivo se utilizzato in pochi. Si adatta facilmente a stanze di medie dimensioni lasciando comunque ai partecipanti la possibilità di spostarsi da un posto all’altro, o raggiungere eventuali lavagne o proiettori nel corso del meeting. Per le aziende più grandi, ci sono tavoli anche da 10 fino a 16 posti.

La forma non è casuale

Scegliere la forma del mobile in base alla larghezza della stanza non è sufficiente. La maggior parte dei tavoli da riunione, infatti, sono rettangolari o quadrati. La scelta della forma segue regole precise. I tavoli rettangolari vengono prediletti in contesti più formali, dove c’è una leadership ben definita che per condurre la riunione siede normalmente a capotavola. Da quella posizione è molto facile riuscire a guardare tutti in faccia. Il tavolo quadrato, invece, è preferibile in riunioni operative: la forma del tavolo permette e facilita la comunicazione, come la condivisione di materiali e documenti.

A Roma, i tavoli per riunioni di Contact

In base al tipo di ufficio e al tipo di riunioni Contact, un’azienda specializzata nella vendita di arredamento per uffici a Roma, può consigliare il tavolo per riunioni più adatto per ogni realtà e contesto aziendale. Un catalogo ricco di proposte, tra cui il tavolo “Meet” da otto posti, resistente e poliedrico, con cui è impossibile sbagliare. Infatti si adatta perfettamente a tutti gli ambienti. L’alternativa è la sua versione in vetro, sicuramente più delicata, ma di innegabile classe, ideale per sale riunioni direzionali.