Chaise longue LC-4 di Le Corbusier

La chaise-long LC-4, progettata da Le Corbusier negli anni Venti del Novecento, è un oggetto d’arredo da cui i designer di oggi traggono ancora ispirazione. Frutto della collaborazione con Charlotte Perriand, progettista d’interni, e Pierre Jeanneret, Le Corbusier mise a punto il progetto di una seduta innovativa destinata al riposo e al relax. A partire dal concetto della casa come macchina da abitare, la chaise-longue avrebbe rappresentato una vera e propria macchina da riposo, la cui idea, oltre che da un’intuizione suggerita dalla Perriand, è da trovarsi in un archetipo della celebre azienda austriaca Thonet, specializzata nella produzione di sedie.

Dalla Thonet alla LC-4 di Le Corbusier

Ciò che portò il designer francese a credere fermamente nel progetto della sua LC-4, è da ricercarsi anche nella sua conoscenza  e ammirazione per i modelli della Thonet, nel caso particolare del modello 7500, una sedia con seduta allungata e appoggio per la testa, in legno curvato. La 7500 aveva già subito diverse rivisitazioni estetiche e funzionali, con l’aggiunta rispetto al primo modello di braccioli e schienale reclinabile, quando Le Corburier decise di crearne una nuova versione. Ma lui ripartì dall’inizio, realizzando un nuovo oggetto di arredo, sostituendo al legno una struttura in metallo tubolare e una seduta basculante estremamente comoda, realizzata grazie un attento studio ergonomico di linee e forme, che caratterizzarono l’unicità della LC-4, un modello di chaise longue che superò il precedente Thonet, e che oggi rappresenta la chaise-longue per antonomasia.

Esposizione del 1929 e produzione in serie della LC-4, B309 nel catalogo Thonet

La prima produzione della LC-4 fu destinata solo ad ambienti di alto livello a causa degli elevati costi di produzione. Solo quando la Thonet decise di produrre, in accordo con Le Corbusier, gli oggetti esposti al Salone d’Autunno di Parigi del 1929 tra cui i modelli della linea LC, la nuova chaise-longue, la B-309 nel catalogo Thonet, partì con la produzione in serie. Ciò nonostante, la chaise-longue di Le Corbusier stentava ad affermarsi nel mercato europeo e fu solo dopo la seconda guerra mondiale e con la cessione dei diritti di produzione all’azienda italiana Cassina, che la chaise-longue di Le Corbusier trovò il suo reale successo. Era il 1965.

Il segreto del successo della LC-4 è da ritrovarsi nell’armonia e semplicità di forme  che  seguono perfettamente la linea del corpo umano, per un’ergonomia che rende la seduta veramente comoda e riposante. L’idea di questo oggetto innovativo fu fortemente voluta dalla designer Charlotte Perriand che riuscì convincere un intero team di lavoro, guidato da Le Corbusier, verso la realizzazione di un capolavoro del Novecento.